Wordpress

Home  /  Wordpress

Ecco perché dovreste aprire un blog aziendale

Il blog aziendale è uno strumento ormai indispensabile, nell’ambito di una strategia di comunicazione digitale efficace. Molto spesso, però, i benefici del content marketing sono sottovalutati dalle imprese, che derubricano il blog a poco più di un esercizio di stile.
In realtà i vantaggi di un blog aziendale sono moltissimi: a patto, ovviamente, di dedicare a questa attività la giusta dose di tempo e risorse.
Ecco i motivi fondamentali per cui, se ancora non avete un blog aziendale (o un personal blog, se siete professionisti freelance), vi conviene pensarci su molto, molto seriamente.

Raccontarsi

La forte connotazione autobiografica è una delle caratteristiche distintive di un blog. Nel caso di un blog aziendale, raccontarsi significa trasmettere i valori e la storia di un’impresa. E rendere così l’azienda più “umana”.

Emozionare

Le persone amano le storie, perché le storie sanno emozionare. Inoltre, l’uomo ha cominciato ad apprendere e tramandare informazioni proprio raccontando storie. Il concetto di storytelling, insomma, è nato molto, molto prima dei blog. E funziona benissimo. Un blog di contenuti in grado di emozionare positivamente il lettore migliora la percezione di un’azienda e di un professionista.

Posizionarsi

Aggiornare con periodicità e frequenza un blog permette di fornire ai motori di ricerca sempre nuovo materiale da indicizzare. Il blog è quindi una leva fondamentale della strategia SEO di un’azienda.

Essere influente

Il blog è una fonte di conoscenza per chi legge, ma anche di autorevolezza per chi lo scrive. Curare un blog è quindi un modo per migliorare la percezione che i potenziali acquirenti hanno di un marchio o di un’azienda, e racconta le competenze di un professionista meglio di qualsiasi curriculum vitae.

Socializzare

Il blog offre una validissima base di contenuti da condividere sui canali social aziendali. E contribuisce quindi a costruire una community di persone interessate agli argomenti fulcro dell’attività dell’azienda.

Vendere

Non solo indirettamente, grazie alla reputazione e alla visibilità: con il blog si può vendere anche in modo più diretto, con strumenti e azioni dedicate.

Per scoprire i segreti di un corporate blog efficace ed imparare ad aprire e gestirne uno, iscrivetevi al nostro Power Training del 24 marzo a Milano: una giornata formativa per esplorare tutte le opportunità che il content marketing può offrire all’azienda.

Fabrizio Stoppa

Fabrizio Stoppa

Scrisse la sua prima headline nel 1984, usando le matite colorate dell’asilo: “Yogurt. Un po’ acido, ma buono”. E fu subito chiaro che la cucina sarebbe stata una delle sue due grandi passioni. Della seconda ne ha fatto un lavoro. La sua frase preferita: “Io sono vivo, ma non vivo perché respiro, | mi sento vivo solo se sfilo la stilo e scrivo” (Caparezza).

35+ Temi WordPress gratis

Ormai abbiamo appurato che WordPress è il CMS più diffuso e amato sia dai web master che dai content editor.

Installare questo content management system è molto semplice (nel caso vogliate rinfrescarvi le idee, qui troverete una guida all’installazione) e se non avete grandi pretese non sono necessarie delle conoscenze dei linguaggi di programmazione per il web.

La cosa più straordinaria di WordPress è che possiede una varietà vastissima di estensioni (plugins) che vi consentono di implementare le più svariate funzionalità al vostro sito. Sì, esistono plugins anche per gli altri CMS, ma essendo WordPress il più diffuso ne possiede molti di più rispetto agli altri.

Altro aspetto da tenere in considerazione quando si decide di utilizzare questo strumento è il design. Da questo dipendono molte cose: la facilità di navigazione, la prima impressione che date a chi vi legge, la facilità di lettura e così via.

Proprio per questo motivo vi proponiamo 35+ temi Worpress gratis grazie ai quali renderete il soggiorno sul vostro sito facile e piacevole.

 01. Abaris

abaris

 

AnteprimaDownload

02. McKinley

mckinley

AnteprimaDownload

03. Zerif

zerif

AnteprimaDownload

04. Vantage

vantage

AnteprimaDownload

05. AccessPress Parallex

accesspress

AnteprimaDownload

06. Moesia

moesia

AnteprimaDownload

07. SinglePage

singlepage

AnteprimaDownload

08. Nirvana

nirvana

AnteprimaDownload

09. FlatOn

flaton

AnteprimaDownload

 10. Asteria Lite

asteria

AnteprimaDownload

11. Exclusive

exclusive

AnteprimaDownload

12. Hiero

hiero

AnteprimaDownload

13. Albar

albar

AnteprimaDownload

14. Tracks

tracks

AnteprimaDownload

15. SuevaFree

sueva

AnteprimaDownload

16. Awaken

awaken

AnteprimaDownload

17. Business One

businessone

AnteprimaDownload

18. Auberge

auberge

AnteprimaDownload

19. Modern

modern

AnteprimaDownload

20. Simply Read

simplyread

AnteprimaDownload

21. GK Portfolio

gkportfolio

AnteprimaDownload

22. MH Purity Lite

mhpurity

AnteprimaDownload

23. Hathor

hathor

AnteprimaDownload

24. I Am One

iamone

AnteprimaDownload

25. Pictorico

pictorico

AnteprimaDownload

26. Snaps

snaps

AnteprimaDownload

27. Material Gaze

materialgaze

AnteprimaDownload

28. Unconditional

unconditional

AnteprimaDownload

29. Saga

saga

AnteprimaDownload

30. Hatch

hatch

AnteprimaDownload

31. Garfunkel

garfunkel

AnteprimaDownload

32. Quill

quill

AnteprimaDownload

33. Fictive

fictive

AnteprimaDownload

34. Radcliffe

radcliffe

AnteprimaDownload

35. Accelerate

accelerate

AnteprimaDownload

Maria Pina Scanu

Maria Pina Scanu

A 10 anni fu costretta a spendere tutti i soldi delle paghette per pagare una salatissima bolletta del telefono. Meno male che hanno inventato l’ADSL: ora può smanettare tutto il giorno a cuor leggero. E con ottimi risultati. La sua frase preferita: “Ascolta.. la senti? La musica! Io la sento dappertutto, nel vento, nell'aria, nella luce.. E’ intorno a noi, non bisogna far altro che aprire l’anima, non bisogna far altro che ascoltare” (August Rush – La musica nel cuore)

I 10 migliori plugin WordPress gratuiti

Con il CMS WordPress si può fare praticamente di tutto e questo grazie ai plugin che aggiungono delle funzionalità al vostro sito/blog/e-commerce.

Per voi abbiamo raccolto una selezione di quelli che per noi sono i 10 migliori plugin di WordPress gratuiti.

1. WordPress SEO by Yoast

WordPress SEO by Yoast

WordPress SEO by Yoast è il più utilizzato plugin per l’ottimizzazione della SEO (Search Engine Optimization) del vostro sito. Possiede tante funzionalità come per esempio la customizzazione degli URL, la generazione della sitemap del sito e la possibilità di ottimizzare la SEO per ogni singolo articolo o pagina (e non solo).

2. Gallery

Gallery WordPress Plugins

Gallery è un utile plugin che serve per caricare e visualizzare delle gallery fotografiche da inserire in qualsiasi parte del vostro sito grazie all’utilizzo degli shortcode. Dispone anche di una versione Premium che consente una maggiore personalizzazione grafica, ma se smanettate un pochino con il CSS riuscite a personalizzarla come volete.

3. Contact Form 7

Contact Form 7

Contact Form 7 è sicuramente uno dei migliori plugin gratuiti per la creazione e gestione dei form. Con questo plugin potete utilizzare una grande quantità di input type. Si può integrare con altri plugin come Contact Form DB che vi consente di salvare i dati della compilazione del form o con Really Simple CAPTCHA che consente l’invio di un form solo previa compilazione dell’apposito campo contenente il codice CAPTCHA per difendervi dallo SPAM. Anche CF7 consente l’utilizzo di shortcode.

4. Woocommerce

WooCommerce   excelling eCommerce

Woocommerce è un potente plugin che vi consente di trasformare il vostro sito in un vero e proprio eCommerce dal quale gli utenti possono fare acquisti in sicurezza, si serve infatti del sistema paypal per i pagamenti. Con questo plugin potrete gestire un inventario, inserire delle gallery per ogni prodotto, delle varianti (colore, taglia, ecc…),  prodotti virtuali nel caso voi forniate servizi o dei prodotti scaricabili nel caso voi vendiate ebook, software, documenti, ecc…

5. W3 Total Cache

W3 Total Cache

W3 Total Cache serve per aumentare le prestazioni del vostro sito e migliorarne la velocità grazie alla memoria cache, senza dover interrogare ogni volta che si apre una pagina il database.

6. TinyMCE Advanced

TinyMCE Advanced

TinyMCE Advanced è un semplice plugin che aggiunge delle funzionalità all’editor di testo di WordPress evitandovi di dover andare di continuo a modificare il codice HTML degli articoli.

7. Meta Slider

Meta Slider

Meta Slider è uno dei pochi plugin gratuiti che vi consente di inserire nel vostro sito delle fantastiche slide. Non avrà di certo le stesse funzioni di Slider Revolution (che è a pagamento), ma fa comunque il suo sporco lavoro.

8. Share Buttons by AddToAny

Share Buttons by AddToAny

Share Buttons by AddToAny diventa essenziale all’interno di un sito. Vi consente infatti di inserire dei pulsanti di condivisione di un contenuto sui social network. Se nel 2015 il vostro sito non possiede un’integrazione con i social network inizia ad essere un grave problema, soprattutto per l’ottimizzazione SEO.

9. Bookings

Bookings

Bookings è un plugin che consente di fare delle prenotazioni. Questo strumento diventa molto utile se siete dei medici, parrucchieri, possedete hotel, ristoranti, teatri, organizzate eventi o conferenze, ecc… Nell’era dove il “contatto” digital ha il sopravvento su quelloumano con questo plugin potreste incrementare i vostri appuntamenti.

10. MailPoet Newsletters

MailPoet Newsletters

MailPoet Newsletters è un utile plugin che consente agli utenti di registrarsi alla newsletter del vostro sito e di inviare loro delle DEM. Pensate all’utilità di questo plugin per il vostro blog, se inviate agli utenti delle email dove li ragguagliate sugli ultimi articoli che avete scritto aumenterete il traffico del blog e il tempo di permanenza. Ma attenzione a non inviarne troppe o rischierete di passare per spammer.

Questi sono solo 10 plugin WordPress che vi consentono di implementare il vostro sito in maniera differente a seconda della funzione che svolgono. Ma ricordate che se una cosa vi sembra impossibile, esiste sicuramente un plugin WordPress che vi aiuterà a rendere possibile l’impossibile.

Maria Pina Scanu

Maria Pina Scanu

A 10 anni fu costretta a spendere tutti i soldi delle paghette per pagare una salatissima bolletta del telefono. Meno male che hanno inventato l’ADSL: ora può smanettare tutto il giorno a cuor leggero. E con ottimi risultati. La sua frase preferita: “Ascolta.. la senti? La musica! Io la sento dappertutto, nel vento, nell'aria, nella luce.. E’ intorno a noi, non bisogna far altro che aprire l’anima, non bisogna far altro che ascoltare” (August Rush – La musica nel cuore)

Come integrare i social network in WordPress

I social network sono diventati per tutti una tappa quotidiana dove passiamo una media di 2 ore al giorno. Sono un luogo di condivisione e di confronto con gli altri, ci consentono di sentirci vicini anche quando siamo distanti chilometri. Ci tengono aggiornati, quasi in tempo reale, su quello che succede.

Per questi motivi, se avete un blog o un sito internet, è molto importante che sia ben collegato con i social network.

Innanzitutto dobbiamo collegare il nostro sito/blog ai nostri canali social, sia per permettere a chi ci legge di seguire la nostra pagina e sia perché nella SEO Google favorisce i siti presenti sui social. Ecco perché i plugin SEO consentono di settare questi valori.
Altrettanto importante sono le icone collegate ai social presenti in home page o ancora meglio nell’header, nel footer o nella sidebar del proprio sito.

Se siamo particolarmente attivi su particolari social network e vogliamo che le nostre azioni siano visibili anche sul sito allora non possiamo fare a meno di inserire un box dove queste sono visibili. Vediamo come fare per ogni singolo social network (su i più diffusi).

Integrazione con Facebook

Abbiamo a disposizione diversi metodi. Possiamo decidere di servirci di appositi plugin come: Facebook (applicazione ufficiale, ma non per questo impeccabile), Facebook Like Box Widget, Easy Facebook Like Box, Facebook Like Box, ecc…

Oppure possiamo generare il codice da inserire dove vogliamo direttamente da Facebook. Ci basta andare in questa pagina e sarà Facebook stesso a generarci il codice una volta impostati i parametri richiesti per ogni azione che vorremmo integrare nel nostro sito.

integrazione-wordpress-facebook

Integrazione con Twitter

Come Facebook, anche Twitter consente, direttamente dal social, di generare i codici da inserire nel nostro sito. Questa è la pagina dedicata dove potrete trovare anche le istruzioni (in inglese) su come fare l’integrazione.

twitter-wordpress

Se vi sembra troppo complicato potrete sempre ricorrere ai plugin che hanno il compito di semplificarci la vita o almeno ci provano.

Easy Twitter Feed Widget Plugin
WP-Twitter
Simple Twitter Tweets
WP Twitter Feeds

Per la condivisione di un tweet:

Clik to Tweet

Oppure attraverso un link:

https://twitter.com/intent/tweet?status="Il testo del mio tweet. Via @webinchiaro&"

Integrazione con Instagram

Le immagini colpiscono, attraggono, incuriosiscono e affascinano. Vogliamo che nel nostro blog vengano caricati i nostri scatti pubblicati sul nostro profilo Instagram per far guardare il mondo attraverso i nostri occhi.

Come per gli altri social finora elencati, anche con Instagram possiamo embeddare la singola foto. Apriamo Instagram dal browser del nostro pc e clicchiamo su embed, e copiamo le stringhe di codice che ci vengono mostrate.

instagram-embed

Questa operazione diverrebbe un po’ troppo onerosa se per ogni immagine che pubblichiamo dobbiamo seguire questa procedura. Niente panico, ricordiamo che i plugin ci semplificano la vita. Ecco alcuni plugin che fanno tutto questo per noi:

Alpine PhotoTile for Instagram
Instagram Slider Widget 
DsgnWrks Instagram Importer 
Yakadanda Instagram
Enjoy Instagram

Integrazione con Google+

Ogni anno sentiamo “questo è l’anno di Google+” e anche quest’anno non è da meno, quindi non dobbiamo farci cogliere impreparati …non si sa mai. Per embeddare un post non dobbiamo far altro che cliccare sul menù a comparsa in alto a destra del post e poi su “Incorpora post“, copiare e incollare il codice.

Per incorporare lo stream della pagina o del profilo potrete utilizzare il plugin The Google+ Plugin.

Per inserire il badge sulla sidebar del vostro sito potete andare su questa pagina e copiare il codice da embeddare nel vostro sito o utilizzare plugin come New Google Plus Badge o SZ Google for WordPress (valido anche per Youtube insieme a Stream Video Palyer e TubePress).

Integrazione con Pinterest

Pinterest è un social network molto interessante dove, come Instagram, le immagini fanno da sovrane. Se cercate l’ispirazione Pinterest è il luogo giusto dove rifugiarvi.

Se invece volete essere d’ispirazione e integrare il vostro profilo Pinterest con le vostre board nel vostro blog o sito internet WordPress potrete utilizzare i seguenti plugin:

Pinterest for Galleries
Easy Pinterest
Pinterest RSS Widget
Pinterest Pinboard Widget
Pretty Pinterest Pins

Pulsanti di condivisione

Per ultimi, ma non per importanza, ci sono i pulsanti di condivisione sui social network, i quali sono diventati ormai essenziali per dare risalto ai vostri contenuti sui social network.
Molti di questi consentono di copiare il codice di ogni singolo pulsante per social (LinkedinGoogle +FacebookTwitterPinterest), oppure più semplicemente potrete utilizzare un plugin.

Mi limiterò ad elencarne solo alcuni perché ne esistono veramente tanti:

Simple Share Buttons Adder
Viral Social Media Buttons by UP
Frizzly
Shareaholic
Share Buttons by AddtoAny
Social Share Pop

Adesso avete tutti gli strumenti necessari per integrare i social network in WordPress, fatene buon uso e non esagerate: il troppo stroppia.

 

 

Maria Pina Scanu

Maria Pina Scanu

A 10 anni fu costretta a spendere tutti i soldi delle paghette per pagare una salatissima bolletta del telefono. Meno male che hanno inventato l’ADSL: ora può smanettare tutto il giorno a cuor leggero. E con ottimi risultati. La sua frase preferita: “Ascolta.. la senti? La musica! Io la sento dappertutto, nel vento, nell'aria, nella luce.. E’ intorno a noi, non bisogna far altro che aprire l’anima, non bisogna far altro che ascoltare” (August Rush – La musica nel cuore)

15+ Temi WordPress Responsive Gratuiti

Ecco una raccolta di 15+ temi WordPress responsive gratuiti.

I temi responsive si adattano alla dimensione del device che si utilizza, come i tablet e gli smartphone facilitandone la navigazione.

1. Zerif

01-zerif

AnteprimaScarica

2. Bistro

02-bistro

Anteprima – Scarica

3. MBlog

03-mblog

Anteprima – Scarica

4. Yamte

04-yamte

AnteprimaScarica

5. Planum

05-planum

AnteprimaScarica

6. Farben

06-farben

AnteprimaScarica

7. Modern Business

07-modernbusiness

AnteprimaScarica

8. JShop

08jshop

AnteprimaScarica

9. Griffin

09-griffin

AnteprimaScarica

10. Santa Cruz

10-santacruz

AnteprimaScarica

11. Talisa

11-talisa

AnteprimaScarica

12. Laurels

12-laurels

AnteprimaScarica

13. Sean

13-sean

AnteprimaScarica

14. Sugar & Spice

14-sugar-spice

AnteprimaScarica

15. Fukasawa

fukasawa

AnteprimaScarica

Maria Pina Scanu

Maria Pina Scanu

A 10 anni fu costretta a spendere tutti i soldi delle paghette per pagare una salatissima bolletta del telefono. Meno male che hanno inventato l’ADSL: ora può smanettare tutto il giorno a cuor leggero. E con ottimi risultati. La sua frase preferita: “Ascolta.. la senti? La musica! Io la sento dappertutto, nel vento, nell'aria, nella luce.. E’ intorno a noi, non bisogna far altro che aprire l’anima, non bisogna far altro che ascoltare” (August Rush – La musica nel cuore)

5 consigli per migliorare la SEO di un articolo

La SEO (Search Engine Optimization) consiste nell’ottimizzare un contenuto di un sito web per renderlo maggiormente visibile dai motori di ricerca, in particolare da Google, utilizzato da più del 90% degli utenti in Italia.

In questo articolo vogliamo darvi 5 consigli per migliorare la SEO di un articolo o di una pagina web.

1. Scegli accuratamente una parola chiave (keyword) per il tuo articolo.

La keyword deve essere inerente all’argomento trattato sull’articolo o sulla pagina del tuo sito. Puoi valutare se la keyword viene utilizzata dagli utenti di Google servendoti dello strumento di pianificazione delle parole chiave di Google Adwords.

2. Fai in modo che la keyword sia contenuta nel titolo.

Nei blog e nei siti internet i titoli sono compresi tra i tag HTML <h1>…</h1> il cui contenuto appare linkato quando effettuiamo una ricerca su Google. Quindi se la nostra keyword è contenuta nel titolo, aumenta la possibilità che il nostro articolo appaia nella ricerca. Ricorda che il titolo non deve superare i 70 caratteri.

3. Ripeti la keyword all’interno dell’articolo 2 o 3 volte.

Se la keyword, oltre che nel titolo, appare anche nel testo, le possibilità di apparire più in alto nella ricerca aumenteranno. Meglio ancora se queste sono contenute tra i tag <h2>, <h3> o <strong>.

4. La parola chiave non deve essere contenuta tra virgolette.

Infatti tutte le parole contenute tra virgolette vengono viste dal motore di ricerca come delle citazioni. Per Google le citazioni sono contenute in altre pagine web e pertanto considerate doppioni, dunque non vengono indicizzate.

5. Inserisci almeno una volta la keyword nella descrizione dell’articolo.

Subito dopo il titolo l’altro testo che appare nella ricerca è la descrizione contenuta nel meta tag <description>. Se questo non viene impostato, Google prende i primi 160 caratteri dell’articolo. Se utilizzi un CMS come WordPress potrai installare dei plugin che ti aiuteranno a settare in maniera corretta questo parametro.

Quelli appena elencati sono solo 5 consigli per migliorare la SEO di un articolo, ma ce ne sono tanti altri che più avanti vi sveleremo.
Per rimanere sempre aggiornati e sapere quando verranno pubblicati i prossimi articoli, vi consigliamo di iscrivervi alla nostra newsletter attraverso il form presente qui sotto:

Email(*)
Nome

Maria Pina Scanu

Maria Pina Scanu

A 10 anni fu costretta a spendere tutti i soldi delle paghette per pagare una salatissima bolletta del telefono. Meno male che hanno inventato l’ADSL: ora può smanettare tutto il giorno a cuor leggero. E con ottimi risultati. La sua frase preferita: “Ascolta.. la senti? La musica! Io la sento dappertutto, nel vento, nell'aria, nella luce.. E’ intorno a noi, non bisogna far altro che aprire l’anima, non bisogna far altro che ascoltare” (August Rush – La musica nel cuore)

Guida: come installare WordPress

WordPress è il più utilizzato dei CMS (Content Management System) per la sua facilità di utilizzo e la completa customizzazione dei contenuti.
Vediamo insieme come installare WordPress sul proprio spazio di web hosting.

Prima di iniziare ci servono alcuni software e dati:

  • Programma di trasferimento file che utilizza il protocollo FTP (come Filezilla)
  • Accessi FTP al nostro spazio web (su piattaforma LAMP)
  • Accessi al nostro database MySql

Adesso che abbiamo i dati che ci servono possiamo procedere con l’installazione.
Scaricate dal sito WordPress.org l’ultima versione del CMS.
Decomprimete il file compresso (potete utilizzare anche WinRar o 7zip).
Tramite Filezilla accedete al vostro spazio, trascinate i file presenti dentro la cartella “wordpress”, scompattata in precedenza, da sinistra verso destra dentro la root principale del sito.

installare-wordpress-filezilla

Ora occorre creare il file wp-config.php per collegare WordPress al database. Si può fare in 2 modi:

1. Configurazione automatica.

Digitiate sulla barra degli indirizzi del browser http://www.iltuosito.it/install.php (sostituire www.iltuosito.it con il tuo dominio).

crea-file-configurazione

Cliccate su “Crea file di configurazione”, successivamente su “Iniziamo!”.

collegare-database-wordpress

Inserite i dati relativi al vostro database mySql e cliccate su invia.

Se la configurazione automatica non dovesse funzionare per qualche ragione potrete sempre ricorrere al metodo 2.

2. Configurazione manuale

Con un editor di testo (io consiglio Notepad++), aprite il file wp-config-sample.php presente nella cartella wordpress che abbiamo decompresso sul nostro pc e inserite manualmente i dati nelle seguenti stringhe:

// ** Impostazioni MySQL - E? possibile ottenere questoe informazioni
// ** dal proprio fornitore di hosting ** //
/** Il nome del database di WordPress */
define('DB_NAME', 'database_name_here');
/** Nome utente del database MySQL */
define('DB_USER', 'username_here');
/** Password del database MySQL */
define('DB_PASSWORD', 'password_here');
/** Hostname MySQL */
define('DB_HOST', 'localhost');

Cliccate su File > Salva come…  scrivete wp-config.php e salvate.

Servendovi sempre di Filezilla trascinate il file appena creato nella root del vostro sito come abbiamo fatto in precedenza.

Se tutto è andato bene potete scegliere i vostri dati utente che vi consentiranno di accedere al pannello di controllo (Dashboard) del sito WordPress appena installato. Una volta creati i dati di accesso (nome utente e password), digitando http://www.iltuosito.it/wp-login.php potrete accedere alla Dashboard del sito e iniziare ad utilizzarlo.

Maria Pina Scanu

Maria Pina Scanu

A 10 anni fu costretta a spendere tutti i soldi delle paghette per pagare una salatissima bolletta del telefono. Meno male che hanno inventato l’ADSL: ora può smanettare tutto il giorno a cuor leggero. E con ottimi risultati. La sua frase preferita: “Ascolta.. la senti? La musica! Io la sento dappertutto, nel vento, nell'aria, nella luce.. E’ intorno a noi, non bisogna far altro che aprire l’anima, non bisogna far altro che ascoltare” (August Rush – La musica nel cuore)