Come promuoversi su Google+

Home  /  Social Network  /  Google+  /  Come promuoversi su Google+

A molti di voi Google+ sembrerà un deserto, una copia spopolata di Facebook, un social network inutile.
Permettetemi di dissentire da queste affermazioni.

Google+ non sarà popolato e attivo come il social network d’azzurro vestito, ma non è un deserto e soprattutto non è inutile.

Vi è mai capitato di fare una ricerca su Google e di trovare come risultato un post di un utente di Google+? Questo succede perché G+, essendo di proprietà del motore di ricerca stesso, scala le classifiche di ranking e insieme ad esso tutti i suoi contenuti. Quindi non è inutile, soprattutto per chi ha la necessità di farsi trovare e di promuoversi come azienda o come persona.

A chi afferma che sia spopolato non posso dar ragione, ma forse non ci ha mai “sprecato” del tempo.

In generale vige la regola (che avremo sentito un migliaio di volte) “esserci non basta“. Sarà banale, ma è essenziale.

Che si tratti di un profilo o di una pagina aziendale, una delle prime, essenziali azioni da compiere su G+ è compilare correttamente tutti i campi nelle informazioni. Possiamo anche inserire link, collegamenti ad altri social, i nostri recapiti, spiegare chi siamo o cosa facciamo in maniera dettagliata.

Se abbiamo una pagina della nostra azienda, questa avrà un indirizzo fisico che andrà indicato nelle informazioni, così da collegarsi direttamente su Google Maps.

Se la nostra azienda ha anche un sito internet dovremo dire a Google che abbiamo una pagina collegata al nostro sito, in modo da certificarla e da farla apparire sulla destra quando qualcuno ci cerca su Google. Per fare questo vi basterà inserire un semplice script generato da Google all’interno del nostro sito, o rivolgervi al vostro webmaster. In ogni caso sappiate che si tratta di un’operazione rapida e indolore.

webinchiaro   Cerca con Google

Per promuoversi su Google+ dovremmo innanzitutto pubblicare qualcosa. Che si tratti di foto dei nostri prodotti, di pagine del nostro sito, di articoli che abbiamo scritto, dobbiamo assolutamente scrivere una descrizione che è quella che conterrà le parole chiave che ci aiuteranno a far indicizzare il nostro contenuto. Possiamo anche usare degli hashtag, oppure farne scegliere uno in automatico da Google+.

Se vogliamo ampliare le nostre cerchie e quindi segnalare agli altri la nostra presenza, oltre alle persone che già ci hanno inserito nelle proprie cerchie, bisogna assolutamente ricorrere alle community.

Le community sono dei gruppi di utenti accumunati da un interesse. Queste sono più o meno grandi (vanno da poche decine fino a migliaia di iscritti) e possono essere più o meno attive in relazione al numero e alla presenza di chi ne fa parte. Se dobbiamo farci conoscere possiamo pubblicare contenuti nelle community, ma fate attenzione a non passare per spammer. In rete e soprattutto nei social network vince chi produce contenuti di interesse, ben scritti e belli alla vista.

Vi accorgerete da voi di come, pubblicando contenuti di qualità, crescerà anche il vostro engadgement e con esso i +1 (la versione di G+ dei preferiti di Twitter), i follower e la posizione sui motori di ricerca.

Riassumendo, dobbiamo tenere a mente queste paroline magiche (I.I.F.Q.C.):

Impostazione
Informazione
Formattazione
Qualità
Condivisione

Un’altro concetto che sembra scontato, ma è sempre meglio ribadire, è che oltre a pubblicare contenuti dovrete anche riconoscere quando vi trovate di fronte ad un bel contenuto con un commento o un semplice +1.
Visto che Google+ non è affatto un deserto? Ora avete qualche informazione in più per cominciare a pubblicare i vostri contenuti e ottenerne in cambio un bel po’ di visibilità firmata Google.

Maria Pina Scanu

Maria Pina Scanu

A 10 anni fu costretta a spendere tutti i soldi delle paghette per pagare una salatissima bolletta del telefono. Meno male che hanno inventato l’ADSL: ora può smanettare tutto il giorno a cuor leggero. E con ottimi risultati. La sua frase preferita: “Ascolta.. la senti? La musica! Io la sento dappertutto, nel vento, nell'aria, nella luce.. E’ intorno a noi, non bisogna far altro che aprire l’anima, non bisogna far altro che ascoltare” (August Rush – La musica nel cuore)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>