LinkedIn: come utilizzarlo correttamente?

Home  /  Social Network  /  Linkedin  /  LinkedIn: come utilizzarlo correttamente?

Il social network più utilizzato da professionisti, aziende e dipendenti è sicuramente LinkedIn, il quale si presenta come una vera vetrina di esposizione per la maggior parte dei lavoratori e non, dai liberi professionisti ai dipendenti d’azienda, dagli studenti e da chi cerca lavoro. Spesso però questo strumento viene utilizzato impropriamente dagli utenti.

E’ utile chiarire fin da subito che LinkedIn non può e non deve essere utilizzato, come troppo spesso accade, come strumento di condivisione di momenti di vita privata, quasi come se fosse Facebook. Non è infatti difficile trovare utenti che utilizzano foto di profilo poco professionali che forse sarebbe meglio non pubblicare in un contesto “lavorativo” o utenti che postano link non in linea con un professional social network.

Per evitare di commettere errori grossolani ecco una breve lista di consigli utili da seguire per utilizzare al meglio LinkedIn:

  • Costruire una pagina di profilo ricca di informazioni di carattere professionale, come se fosse il nostro curriculum vitae online da sottopporre ad una candidatura di lavoro.
  • Essere chiari e sintetici, ma precisi nella descrizione delle nostre esperienze lavorative.
  • Utilizzare un linguaggio corretto evitando gli errori grammaticali.
  • Scegliere una foto profilo professionale, con abbigliamento adeguato, volto ben visibile, possibilmente nella nostra postazione di lavoro. Sono banditi occhiali da sole, sigarette e foto di gruppo o di famiglia.
  • Indicare i contatti e-mail e telefonici per essere sempre reperibili soprattutto da eventuali aziende interessate al nostro profilo.
  • Rendere il profilo pubblico ed accessibile anche da chi non è iscritto a Linkedin in modo da poter essere visibile da tutti.
  • Ricordare di completare la descrizione riassuntiva di chi siamo e cosa facciamo essendo quella che per prima viene letta dai naviganti.
  • Ricordarsi di aggiungere le competenze che negli anni di lavoro abbiamo maturato, queste potranno essere “endorsate” (confermate) dai nostri colleghi, conoscenti ed ex colleghi di lavoro.
  • Non postare in modo compulsivo aggiornamenti, link o articoli, in quanto potreste esser visti come spammer. Pochi post ma di qualità.

Nell’utilizzo di LinkedIn è utile essere utenti attivi all’interno di gruppi di discussione che trattano argomenti di nostro interesse o che riguardano la nostra vita lavorativa, in tal caso però bisogna cercare sempre di affrontare argomenti e dibattiti interessanti ed interagire con gli altri membri del gruppo. Non sarà necessario chiedere l’iscrizione ad una quantità spropositata di gruppi, ma a quelli che effettivamente possono essere di nostro interesse e che hanno qualcosa in comune con la nostra professione.

Un’ulteriore attività utile può essere quella di seguire le pagine LinkedIn aziendali che maggiormente ci interessano, potremo così curiosare tra le novità dei nostri competitor o più in generale di aziende utili per la nostra attività (per esempio quelle dei fornitori).

Sempre più spesso LinkedIn viene utilzzato per la ricerca di lavoro e anche per scopi commerciali, da parte di aziende e liberi professionisti, infatti sono sempre di più le aziende che utilizzano i servizi di LinkedIn per attività di recruiting.

Gianluca De Santo

Gianluca De Santo

Fin da bambino aveva capito come “far girare l’economia” facendo svariati ordini dal catalogo Postalmarket all’insaputa di sua madre e vendendo limonate e settimanali usati durante le vacanze estive, a prezzi concorrenziali ovviamente! Trasferitosi a 19 anni dalla Puglia a Roma per gli studi universitari ora vive da qualche anno a Milano. La sua frase preferita: “Se insisti e resisti, raggiungi e conquisti” (Trilussa).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>