Perché è importante essere attivi nei gruppi di LinkedIn?

Home  /  Social Network  /  Linkedin  /  Perché è importante essere attivi nei gruppi di LinkedIn?

Il modo più utile per sviluppare nuovi contatti ed opportunità lavorative è, sia nella vita “reale” che “in rete”, parlare e confrontarsi. Per questo anche chi utilizza LinkedIn al fine di ampliare la propria rete di conoscenze, il proprio bagaglio culturale e il proprio business, dovrebbe dedicare del tempo al coinvolgimento di altri utenti in discussioni di interesse e di qualità.

Il modo migliore per farlo è l’utilizzo appropriato dei gruppi esistenti su LinkedIn.

I gruppi sono dei veri e propri luoghi di discussione, suddivisi per tipologie di interessi, dove è possibile:

  • trovare spunti o chiarimenti,
  • chiedere consigli o pareri,
  • dar vita a nuove relazioni che possono rivelarsi opportunità per il proprio lavoro.

Ecco quindi come partecipare ed interagire nei gruppi già attivi su LinkedIn e come crearne di nuovi.

Nel primo caso, partiremo dalla ricerca di gruppi già creati sul social network all’interno dei quali si discute di temi di mio interesse o che riguardano il mio lavoro.

Posizionandomi sul menù a tendina della funzione “cerca”, presente in alto, dovrò selezionare la voce “gruppi” ed inserire la parola chiave che voglio ricercare, che sarà evidentemente il tema di discussione del gruppo.

 

linkedin-groups-1

Avviata la ricerca, comparirà la lista di tutti i gruppi esistenti su LinkedIn che trattano di quel tema ricercato, e potrò quindi aprire quelli che mi interessano.

Per accedere al gruppo posso iscrivermi semplicemente cliccando il tasto in alto a destra “Iscriviti”. Secondo le impostazioni stabilite dall’amministratore del gruppo sarò subito un membro, oppure dovrò attendere l’autorizzazione a poter accedere, che mi verrà notificata nelle ore successive alla richiesta.

linkedin-groups-3

Una volta iscritto al gruppo inizia il vero “lavoro”: essere membro, ma non partecipare alle discussioni, infatti può essere quasi inutile e non porterà ad alcun risultato. Conviene invece partecipare attivamente, commentando i contributi pubblicati dagli altri membri o avviare nuove discussioni. È banale ricordare che i contributi dovranno essere utili, interessanti e di qualità!

Avviare una nuova discussione nel gruppo è molto semplice: basta scrivere il proprio contributo nella barra dedicata all’avvio della discussione. Sul lato destro posso monitorare il mio “livello di contribuzione al gruppo” che indicherà quanto sono “attivo” nello scrivere commenti e pubblicare nuove discussioni:

linkedin-groups-2

Per quanto riguarda invece la creazione di un nuovo gruppo di discussione, dopo aver eseguito l’accesso su LinkedIn tramite il mio account, dovrò posizionarmi sulla voce “interessi” del menù superiore e aprire “gruppi”:

linkedin-groups-5

Sulla schermata successiva sarà sufficiente cliccare su “crea un gruppo” sulla destra della pagina:

linkedin-groups-7

A questo punto potremo dare un nome al gruppo ed iniziare a produrre post utili ed interessanti e condividere articoli, link e video che possano interessare alla rete.

Per saperne di più sull’utilizzo efficace di LinkedIn in una strategia di personal branding, partecipate al nostro Power Training del 27 marzo a Milano. Per info ed iscrizioni consultate la pagina dei corsi.

Gianluca De Santo

Gianluca De Santo

Fin da bambino aveva capito come “far girare l’economia” facendo svariati ordini dal catalogo Postalmarket all’insaputa di sua madre e vendendo limonate e settimanali usati durante le vacanze estive, a prezzi concorrenziali ovviamente! Trasferitosi a 19 anni dalla Puglia a Roma per gli studi universitari ora vive da qualche anno a Milano. La sua frase preferita: “Se insisti e resisti, raggiungi e conquisti” (Trilussa).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>