Statistiche di Twitter: in arrivo anche nella versione web

Home  /  Social Network  /  Statistiche di Twitter: in arrivo anche nella versione web

Twitter non smette di sperimentare, e a pochi mesi dall’apertura a tutti della piattaforma di analytics e sponsorizzazione Twitter Ads (a proposito: scaricate qui il nostro ebook gratuito), lancia una nuova funzione, per ora disponibile solo ad alcuni utenti come test: le statistiche dei singoli tweet visualizzabili nella versione desktop del social.
Già da qualche tempo, le applicazioni iOS e Android rendono possibile visualizzare le performance di ogni singolo nostro tweet direttamente sullo smartphone, a patto di avere associato il proprio account alla piattaforma Twitter Ads (è gratuito e richiede pochi istanti).
Foto 02-03-15 09 53 24
Cliccando sul pulsante a forma di grafico, infatti, è possibile conoscere vita, morte e miracoli del tweet: il numero delle visualizzazioni, il tasso di interazione, quanti utenti hanno cliccato sull’eventuale link presente nel tweet o hanno aperto la scheda profilo.

statistiche-1
Come spiega il sito americano The Next Web, la funzione che Twitter sta implementando sui desktop dei primi, fortunati utenti, è sostanzialmente la stessa.
La differenza, però, è che le statistiche dei tweet saranno visualizzate direttamente sulla timeline degli utenti, senza dover aprire nuove finestre del browser o essere indirizzati ad un’altra pagina.

In questo modo, le statistiche del tweet saranno consultabili in modo più immediato, permettendoci di avere rapidamente un quadro sintetico dell’andamento del profilo.
I tempi di applicazione di questa nuova funzionalità non si conoscono ancora, ma data l’ormai consolidata diffusione degli analytics su smartphone e l’attuale testing dell’analogo tool su desktop, c’è da credere che il rilascio ufficiale sia questione di settimane, se non di giorni.

Questa nuova funzione di Twitter potrà tornarvi utile? Diteci cosa ne pensate.

Fabrizio Stoppa

Fabrizio Stoppa

Scrisse la sua prima headline nel 1984, usando le matite colorate dell’asilo: “Yogurt. Un po’ acido, ma buono”. E fu subito chiaro che la cucina sarebbe stata una delle sue due grandi passioni. Della seconda ne ha fatto un lavoro. La sua frase preferita: “Io sono vivo, ma non vivo perché respiro, | mi sento vivo solo se sfilo la stilo e scrivo” (Caparezza).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>