Quale piattaforma utilizzare per il proprio sito web? | WebinChiaro
WhatsApp Business ora anche su iOS
20 Febbraio 2019

Se hai la necessità di realizzare il tuo sito internet o di rifarlo, la prima domanda che ti devi porre è la seguente:
quale piattaforma utilizzare per il sito web?
Benché non esiste una risposta univoca, perché occorre sempre analizzare il tipo di attività e l’obiettivo che si desidera raggiungere, che può essere diverso se hai bisogno di un sito vetrina o di un ecommerce, c’è sicuramente un elemento che devi considerare, cioè scegliere una piattaforma open source!

Cosa significa piattaforma open source per il sito web?

Con il termine open source, per i siti web, si fa riferimento a un software con codice sorgente aperto, che ne consente a chiunque l’utilizzo e lo sviluppo. Ciò fa si che qualsiasi programmatore possa adattare un sito web a seconda delle esigenze proprie o del cliente, partendo da una base che è in continua evoluzione grazie al contributo di altri.
Tra le piattaforme più utilizzate, tecnicamente definite CMS – Content Management System, c’è sicuramente WordPress.

Perché è preferibile un sito web su piattaforma open source?

Trattandosi di un software a sorgente aperta, WordPress è privo di licenza, quindi non dovrai pagare nessun canone per il suo utilizzo. Inoltre, data la sua diffusione su scala mondiale, ti permetterà di far gestire il sito a un altro fornitore qualora tu non fossi più soddisfatto del tuo. Ti sembra una cosa da poco? Non lo è affatto.
Dover rifare ogni volta un sito da capo ha dei costi e anche un impatto dal punto di vista del posizionamento nei motori di ricerca. E’ quindi preferibile utilizzare un software che ti accompagni nella tua vita professionale nel corso degli anni e che disponga sempre di nuovi aggiornamenti e funzionalità proprio perché ci sono tantissimi sviluppatori a lavorarci!

Quali sono gli altri vantaggi?

Un CMS come WordPress, ti permette di gestire in autonomia il tuo sito, senza dover richiedere al tuo fornitore delle implementazioni (che hanno spesso notevoli costi) per creare una nuova pagina nel sito web, modificare una voce di menu e così via.
Con una piattaforma come WordPress puoi essere sufficientemente autonomo per gestire almeno a livello basilare i contenuti del tuo sito, con un notevole risparmio di tempi e costi.

Hai bisogno di supporto per capire come migliorare il tuo sito web o scegliere un fornitore?
Scrivici!

Condividi su: